martedì 18 settembre 2007

Per appunti con sottofondo blues...di Zanocom

...in collaborazione con http://zanocom.splinder.com/post/13813419/Songs
mi aggancio alla catena:
Whole Lotta Love dei Led Zeppelin: un blues “You Need Love” di Willie Dixon filtrato al vetriolo da Page e co.

Walkin Blues di Robert Johnson: è stato un fondamentale inno per iniziare le mie giornate a Liceo.

Double Trouble di Otis Rush: uno dei primi blues elettrici a farmi seriamente vibrare, scoperta in una versione di Eric Clapton nel live “Just one Night” (1980)

Little Wing di James Marshall Hendrix: un pezzo di storia riletta anche da molti altri come SRV e da Sting, al quale da qualche ignorante è stata mal attribuita.

Do It Again degli Steely Dan: easy listening di alta qualità

Deaht Letter di Son House: un colpo allo stomaco – fondamentale

Forty Thousand Headmen dei Traffic: dal loro esordio (1968) partorito dalla penna psicadelica di Winwood/Capaldi

Goin Down South di R.L.Burnside: la celebrazione per antonomasia del North Mississippi blues

You Gotta Move del Reverendo Gary Davis: rifatta da cani e porci scoperta personalmente in “Sticky Fingers” dei Rolling Stones

That’s all right mama di Arthur Crudup: qui il re del rock ci ha mangiato un bel po’, uno dei più importanti blues della storia del rock’n’roll mal attribuito ad Elvis Presley

http://www.youtube.com/watch?v=yFZLXVZkkbg

2 commenti:

  1. Ciao Anto,
    belle perle e qualche notizia che non conoscevo.
    Ad esempio che c'e' gente che attribuisce Little Wing a Sting.
    Ma dove cavolo vivono?

    Poi non sapevo che You Gotta Move fosse del Reverdendo, pensavo più a Blind Willie Johnson.

    Infine chapeau per Son House, un grande.

    Ciao

    RispondiElimina
  2. riascoltiamola in una versione intima:
    http://www.youtube.com/watch?v=r9T_fjTw4XI

    RispondiElimina