sabato 29 ottobre 2011

Red Wine Serenaders

L’amico Zambo sul suo blog ha chiamato in causa per un confronto gli Old Crow Show. Io ci metterei anche i Carolina Chocolate Drops, la South Memphis String Band e ancora i Jake Leg Stompers noi abbiamo i Red Wine Serenaders per rispolverare, mettendoci del nostro ma con assoluta fedeltà, la tradizionale americana dei primi decenni del secolo scorso. Il primo album omonimo di un paio di anni fa ne confermava le potenzialità. D.O.C, pubblicato da qualche settimana, ci cattura dal primo ascolto con riletture straordinarie di classici e ci illumina su una realtà, anche molto apprezzata all’estero (Francia, e inizia ad esserlo anche il regno Unito). Tutto essenzialmente acustico e con strumenti a corda Ukulele, dobro, National guitar, contrabbasso ma anche armonica e kazoo per interpretare con dedizione e cuore un repertorio in via d’estinzione. Disco del mese e ultra consigliato sulle pagine blues da Bluessuria. Brano preferito “Out On Western Plains”

Nessun commento:

Posta un commento