martedì 5 gennaio 2016

The Staple Singers: Faith And Grace: A Family Journey 1953-1976

Il primo cofanetto retrospettivo su una dei gruppi più importanti the Stable Singers in ambito soul, gospel e blues, della scena Americana. Ci sono tutti i classici, una valanga di brani dal vivo, ma anche una robusta serie di canzoni inedite o molto difficili da trovare, mai edite su CD. 80 canzoni. Libro di 56 pagine, con discografia curata nei minimi dettagli, nuove note, foto di repertorio, ma anche mai viste o addirittura inedite. Curato da Mavis Staples assieme a James Miller, Opal Louis Nations ed al produttore del box, Joe McEwen. Infine ciliegina sulla torta c'è anche il 45 giri, un singolo in vinile da sette pollici con due prime registrazioni noti del gruppo, lato A Feith and Grace e lato B They are These. Questa è la prima volta che queste due tracce sono state edite. Consigliato Bluessuria!
Durante la loro lunga carriera,gli Staple Singers hanno cambiato almeno dieci case discograiche,cosa che probabilmente spiega perché abbiamo dovuto aspettare così a lungo per avere una retrospettiva completa del loro lavoro. Risolti i problemi logistici, questo cofanetto di quattro cd racconta magniicamente la traiettoria della band in 80 tracce, dalla virtuosa semplicità dei primi gospel, con il solo accompagnamento della chitarra di Pops, al classico funk delle incisioni per la Stax ino alla sensuale carnalità di Let’s do it again, prodotto da Curtis Mayield, passando per le cover di Dylan del periodo del movimento per i diritti civili e per la fase soul della Epic. La raccolta mostra che gli Staples non hanno mai smesso di evolversi: nella loro produzione c’è l’intera storia della musica americana era. Difficile immaginare come sia la stessa famiglia a cantare brani tanto diversi come Uncloudy day, del 1956, e Let’s do it again, del 1975. Il comune denominatore è sempre l’integrità di Pops e la voce di Mavis. Indispensabile. Nigel Williamson, Uncut

Nessun commento:

Posta un commento