martedì 3 febbraio 2009

Giant Sand - Milano 2 febbraio



Tucson e dintorni, polvere, sabbia, sole e luna..blues dell'Arizona:
Ieri sera non è riuscito il mal tempo a trattenere la tentazione di vedere all’opera Howe Gelb, cantautore del deserto, e la sua macchina di suoni targata Giant Sand, con una line-up che cambia in continuazione Giant Sand è uno “stato d'animo", ha sempredetto Howie Gelb che carica quando esce alla scoperto dalle sue produzioni da solista. Grande Musica al Magnolia, postaccio bello rozzo ( ma qui o si va all’arcinboldi o si sta come delle pecorelle negli arci club…una via di mezzo?), dove per fortuna la resa acustica ha tenuto al meglio catapuldandoci nell’emozionante caleidoscopio dell’Arizona… tra ballade impolverate e sussurrate, tra strapazzati noise rock e passaggi suggestivi tra immaginari wester…con soste sporadiche dal gusto pindarico in intramezzi pianistici da soloon …serata indimenticabile in compagnia del buon Verzeletti.

1 commento:

  1. Vi ho pensati, ero alle prese con un ritorno da londra con la neve... un delirio.

    RispondiElimina