domenica 20 ottobre 2013

4° raduno Blues Made in Italy - 12 Ottobre Cerea (VR)


Più di 15 ore di musica. Più di 50 band sono passate da Cerea in provincia di Verona per il 4° raduno nazionale del Blues Made in Italy organizzato da Lorenz Zadro, chitarrista e presidente dell'associazione Blues Made in Italy. Il fine dell'associazione di Zadro è vicino a quello di Bluessuria: valorizzare i musicisti italiani di blues. Questo raduno esemplifica il notevole impegno dell'associazione. Il raggiungimento di tale fine è anche il mezzo di azzeccate produzioni discografiche, riassuntive dei precedenti raduni, di mostre fotografiche e artistiche. Il nostro sodalizio con Lorenz Zadro è destinato a durare e a contribuire all'espansione del nostro blues, anche come prodotto di esportazione.   Tra i protagonisti della giornata del 12 Ottobre  e tra gli espositori ci siamo stati anche noi di Bluessuria, non solo con il nostro desk,  i cd e il vino, ma anche con la musica di qualità rappresentata da Blue Stuff e dai Big Fat Mama. Tutto perfetto dalle 10.30 del mattino. Ora dove ha iniziato anche a sgorgare la birra (di ottima fattura...buonissima la Bock Bier) e la musica. L'occasione è stata ghiotta per ritrovare un vecchio vinile usato, magari  provare un dobro o acquistare un'armonica, ovvero provare uno strumento rudimentale come  una cigar box guitar (letteralmente "chitarra a scatola di sigari"). C'erano gli amici della storica rivista Il Blues (presente anche l'autorevole direttore Marino Grandi) e tanti altri addetti ai lavori.  Alto il transito di strumenti e dei musicisti... e quando la fame si faceva sentire si poteva approfittare di un buon fish & chips o di una buona pizza. Tra i tanti bravissimi occorre ricordare la performance dei Poor Boys, i sempre performanti Veronica Sbergia & Max De Bernardi e in chiusura gli inossidabili Blue Stuff, dominatori dell'appuntamento con i gesti e le parole di Mario Insenga.


Nessun commento:

Posta un commento