domenica 7 settembre 2008

Moonshine whiskey

Il Moonshine Whiskey viene distillato da una miscela variabile di granturco e zucchero e viene affinato in vasi di Mason ed in caraffe giusto il tempo che impiega il cliente ad arrivare a casa.

In Appalachia, l'OxyContin è la tappa più recente di una lunga storia di sostanze illegali. Già a fine `700, sulla frontiera e sulle montagne si fabbricava di nascosto il «moonshine», whisky distillato dal granturco: era il modo più economico ed efficiente di trasportare i cereali in città, dicono. Subito dopo l'indipendenza, una delle prime rivolte interne è quella dei coltivatori della frontiera, passata alla storia come «whisky rebellion». Il «moonshine» è uno dei simboli identitari di questa terra e della sua resistenza alle autorità: «Svegliati, svegliati darling Corey», dice una della più celebri folk songs americane; «arrivano gli agenti delle tasse e ti buttano giù la distilleria»; «Copper Kettle» (la canta anche Joan Baez) è una specie di manuale cantato per la fabbricazione del «moonshine». Di film sulle guerriglie fra «moonshiners» e «revenuers» (agenti federali), ce ne sono dozzine.

Nessun commento:

Posta un commento